- Pubblicità -spot_img
sabato, 20 Aprile 2024
HomeTraniTrani – Emendamento Costa e stretta sull’informazione: l’evento formativo per i giornalisti

Trani – Emendamento Costa e stretta sull’informazione: l’evento formativo per i giornalisti

Sarà di fatto uno dei primi appuntamenti pubblici di analisi degli effetti dell'emendamento Costa successivamente all'approvazione definitiva al Senato

Sempre più difficile fare le indagini utilizzando le intercettazioni, e sempre più difficile raccontare indagini e inchieste.

Con l’emendamento Costa diventato legge al Senato il 17 febbraio, con 96 voti favorevoli e 56 contrari, è stato introdotto il divieto di “pubblicazione integrale o per estratto del testo dell’ordinanza di custodia cautelare fino al termine dell’udienza preliminare”, o fino alla fine delle indagini dove questa non è prevista.

Insomma una “stretta” che lede sia il diritto di informare che quello di essere informati. 

Sull’emendamento Costa e le sue conseguenze sul diritto costituzionale ad essere informati e sul giornalismo investigativo si terrà a Trani, giovedì 29 febbraio 2024, dalle ore 15.30, presso la Fondazione Seca – Museo della Macchina per  scrivere, un evento formativo organizzato dal Circolo della stampa “San Francesco di Sales” e dall’Ordine dei Giornalisti della Puglia.

Sarà di fatto uno dei primi appuntamenti pubblici di analisi degli effetti dell’emendamento Costa successivamente all’approvazione definitiva al Senato. All’evento formativo, al quale sono stati riconosciuti 6 crediti deontologici, interverranno il Procuratore Capo della Repubblica di Trani, Renato Nitti, sui rapporti che le procure potranno o meno intrattenere con i giornalisti; il Presidente della Camera Penale di Trani, Giangregorio De Pascalis, sugli effetti che questa legge avrà sui propri assistiti; il Presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Puglia, Piero Ricci, sulle conseguenze legate al rapporto dei giornalisti con le fonti e sulla difficoltà di conoscere e poi ricostruire fatti di interesse pubblico da riportare alla comunità; il Consigliere del Comitato esecutivo Federazione Internazionale dei giornalisti (IFJ), Raffaele Lorusso, sul significato che questa norma ha rispetto alle legislazioni adottate negli altri paesi  della Ue sullo stesso tema.

“Questo evento formativo e primo confronto sull’emendamento Costa – spiega il Presidente del Circolo della Stampa della Bat, Vincenzo Rutigliano – vuole offrire non solo ai giornalisti, ma all’intera comunità, una occasione per verificare l’ampiezza dei limiti che questa legge pone all’attività della stampa, alla libertà di stampa. Dobbiamo chiederci come sta ulteriormente cambiando il lavoro dei giornalisti che si occupano di cronaca, in particolare di nera e di giudiziaria, dopo che già un anno fa, con la legge Cartabia sulla presunzione di innocenza, si è impedito ai procuratori di informare l’opinione pubblica sulle indagini in corso”.

L’evento, che ha il patrocinio del Comune di Trani, si svolgerà in una “cornice” non casuale, quella della Fondazione SECA che collabora all’iniziativa, mettendo a disposizione la sala convegni contigua al celebre “Museo della Macchina per scrivere”.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

ATTUALITA'

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Leggi anche

spot_img