- Pubblicità -spot_img
domenica, 14 Aprile 2024
HomePoliticaPd Bat, un anno di segreteria per Lorenzo Marchio Rossi: il bilancio

Pd Bat, un anno di segreteria per Lorenzo Marchio Rossi: il bilancio

Ad un anno dalla sua elezione alla segreteria provinciale del Partito Democratico della Bat il segretario Lorenzo Marchio Rossi ha tracciato un bilancio delle attività in una conferenza stampa

Il grande risultato ottenuto alle elezioni provinciali con l’elezione di tre rappresentanti di cui due donne, i successi elettorali a Bisceglie e Margherita di Savoia, i nodi da sciogliere per le amministrative a Trinitapoli e la vitalità dei circoli e dei giovani con una nuova classe dirigente pronta a formarsi per affrontare tante entusiasmanti sfide.

Ad un anno dalla sua elezione alla segreteria provinciale del Partito Democratico della Bat il segretario Lorenzo Marchio Rossi ha tracciato un bilancio delle attività in una conferenza stampa cui hanno preso parte anche i componenti della segreteria.

L’analisi del segretario è partita dall’affermazione alle recenti elezioni provinciali che hanno visto la sua elezione come consigliere più suffragato insieme a quella delle consigliere Federica Cuna e Angela Ludovico: “E’ stata una bella elezione, sono particolarmente soddisfatto per aver eletto tutti e tre i consiglieri candidati nella lista del presidente. Il mio risultato è stato straordinario ma ancor più straordinario è l’aver portato in consiglio provinciale due donne impegnate come Angela Ludovico di Spinazzola e Federica Cuna di Trani. Il risultato ha rafforzato la posizione del presidente Lodispoto ed è l’ennesima bella soddisfazione raccolta in questo anno di segreteria”.

La crescita del Partito Democratico sul territorio è tangibile. “Appena ci siamo insediati – ha spiegato Marchio Rossi – siamo partiti con le elezioni di Bisceglie e Margherita di Savoia. Pensate che in precedenza a Bisceglie il Pd non aveva presentato nemmeno la lista mentre ora abbiamo ottenuto un 25% con Vittorio Fata che poi è diventato presidente del consiglio comunale anche perché alla fine il nostro sostegno con apparentamento tecnico è stato decisivo per la rielezione a sindaco di Angelantonio Angarano e siamo anche risultati il partito più votato. Anche a Margherita di Savoia non eravamo in amministrazione, oggi siamo in consiglio a sostegno del sindaco Lodispoto con Beppe Diella che è presidente del consiglio”.

Tra le note positive anche le attività delle segreterie cittadine “Non posso non elogiare il lavoro del segretario di Barletta Cosimo Bruno che con il suo impegno ci ha portato tra le altre cose ad inaugurare una sede dei giovani democratici che inoltre a breve andranno a congresso per eleggere il loro segretario e vi assicuro che non è una cosa semplice. Tante belle manifestazioni sono state fatte ad Andria e Spinazzola, città nella quale si è costituito un bel gruppo di cui posso andare fiero. Nel 2023 anche grazie all’impegno di Franco Cuna abbiamo sottoscritto oltre 800 tessere e guardo al futuro con ottimismo”.

Non mancano però le situazioni difficili come quella relativa alle amministrative di Trinitapoli: “non è semplice, è un comune sciolto per mafia e c’è una dialettica molto accesa. Abbiamo fatto un primo passo con l’intesa sottoscritta con il Movimento 5 Stelle e spero che da lì si possa ripartire per riprendere Trinitapoli, sono fiducioso che si possa fare”.

Altra nota dolente è quella relativa al confronto con una minoranza interna che, fatta eccezione per i cuperliani che esprimono in segreteria la presenza di Shady Alizadeh, si presenta spesso protagonista di un confronto “non costruttivo”. Ho sempre aperto alla loro presenza, ma spesso abbiamo trovato non collaborazione ed ostacoli che non tollero e devo superare per il bene del partito”.

Infine, un ringraziamento al “consigliere regionale Filippo Caracciolo che non ci fa mai mancare il suo sostegno” e a tutti i componenti della segreteria “Antonella Cusmai, Mirko Malcangi, Rosa Cascella, Antonio Gorgoglione, Franco Ruta sono persone competenti che si impegnano per questo partito mettendo a disposizione le proprie professionalità e togliendo anche tempo alle loro famiglie. Sono fortunato ad averli accanto e non posso che essere fiducioso per le grandi sfide che andremo ad affrontare” – conclude Lorenzo Marchio Rossi.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

ATTUALITA'

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Leggi anche

spot_img