- Pubblicità -spot_img
sabato, 18 Maggio 2024
HomeAndriaAndria – Nuovo ospedale, il centrodestra: “La Regione dia risposte certe su...

Andria – Nuovo ospedale, il centrodestra: “La Regione dia risposte certe su soldi e tempistiche”

“Continuano le defezioni tra gli illustri invitati al Consiglio monotematico sulla situazione del nuovo Ospedale. Invitati ma assenti l’ Assessore alla Salute, Dott. Rocco Palese e il Direttore Dipartimento Salute, Dott. Vito Montanaro"

“Continuano le defezioni tra gli illustri invitati al Consiglio monotematico odierno (ieri, ndr) sulla situazione del nuovo Ospedale. Invitati ma assenti l’Assessore alla Salute Regione Puglia, Dott. Rocco Palese e il Direttore Dipartimento Salute, Dott. Vito Montanaro” – la nota è a firma della coalizione di centrodestra del Comune di Andria nelle persone di Donatella Fracchiolla, Capogruppo Forza Italia – Nino Marmo, Capogruppo lista La Torre – Luigi Del Giudice, Capogruppo lista Movimento Pugliese – Marcello Fisfola, Capogruppo lista Andria Nuova – Antonio Scamarcio, Consigliere Lega Salvini e Andrea Barchetta, Capogruppo Fratelli di Italia.

“Richiesta anche dal centro destra andriese, la convocazione, prevista per oggi, avrà ad oggetto la votazione di un odg condiviso, frutto di diverse riunioni dei capigruppo – e del contributo apportato anche dal Comitato per il Nuovo ospedale – che impegnerà l’attuale amministrazione, nella persona del Sindaco, a seguire con la massima determinazione il procedimento amministrativo volto alla realizzazione del nuovo ospedale, attenzionando, tra le altre, tempistiche, disponibilità di risorse finanziarie e definizione di ospedale di secondo livello.

Nonché, all’uopo, a sensibilizzare Conferenza dei Sindaci, Provincia, Regione e Comitato per il nuovo ospedale, affinché si possa agire sinergicamente per il raggiungimento del migliore risultato nel rispetto delle reali esigenze della Comunità.

Il tutto doveva avvenire nell’ambito di un dibattito alla presenza, tra gli altri, dell’Assessore alla Salute Regione Puglia, Dott. Rocco Palese e del direttore a dipartimento salute, Dott. Vito Montanaro. Entrambi, tuttavia, benché avvertiti per tempo e non nuovi a questo tipo di forfait, hanno comunicato, alla Presidenza del Consiglio andriese, di essere impossibilitati a causa non meglio precisati “sopravvenuti impegni istituzionali”.

“Augurandoci che tale esempio non sia seguito anche dal Direttore generale della ASL BT, dott.ssa Tiziana Di Matteo e dal Dirigente Area Tecnica ASL BT, Ing. Carlo Ieva, si auspica che il dialogo odierno non resti infruttuoso confronto e che le forze politiche di centro sinistra, alla guida della Città, della Provincia e della Regione agiscano insieme, coerentemente con le dichiarazioni pubbliche rilasciate e facciano seguire alle parole, i fatti, dipanando i dubbi sulle risorse finanziarie necessarie e quelle disponibili, nonché dando riferimenti certi sulle tempistiche, partendo dalla indicazione del giorno della ‘posa della prima pietra’” – conclude il centrodestra andriese.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

ATTUALITA'

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Leggi anche

spot_img