- Pubblicità -spot_img
martedì, 30 Novembre 2021
HomeAttualitàBarletta - Lavoro, fisco, salute, sicurezza e casa di riposo "Regina...

Barletta – Lavoro, fisco, salute, sicurezza e casa di riposo “Regina Margherita” se n’è discusso con la CGIL

Lavoro, fisco, istruzione, salute e sicurezza sono i temi cardine sui quali si è discusso nel corso di un incontro, organizzato dalla Camera del lavoro di Barletta; l'occasione è stata proficua per affrontare anche la questione inerente la casa di riposo "Regina Margherita

Lavoro, fisco, istruzione, salute e sicurezza sono i temi cardine sui quali si è discusso nel corso di un incontro, organizzato dalla Camera del lavoro di Barletta e tenutosi all’interno del Parco dell’Umanità (in zona 167) nei pressi del quale, da gennaio 2021, è stata istituita la nuova sede della CGIL cittadina. 

Ad intervenire ai nostri microfoni il segretario generale della CGIL BAT Biagio D’Alberto il quale ha dichiarato che: 

“La priorità va data al lavoro, in questo territorio solo il 35% della popolazione è occupata. 

Sanità – La sesta provincia è ultima in termini di posti letto per mille abitanti: 2,2 rispetto ai 3,2 di posti letto ogni mille in tutto il resto della Regione Puglia. 

Legalità – Degrado ed esasperazione di episodi delittuosi, abbiamo bisogno di nuovi presidii, per fortuna il 27 luglio ci sarà l’inaugurazione della Questura ad Andria. 

Fisco – Tanta l’evasione fiscale e contributiva, l’Inail invece registra circa un 80% di irregolarità per ciò che concerne la sicurezza sui posto di lavoro.”

Tra i temi analizzati di caratura nazionale anche la proroga del blocco dei licenziamenti, in merito alla  quale D’alberto ha annunciato : “Bisogna rafforzare gli strumenti di tutela verso tutte le categorie di lavoratori, pensando, ad esempio, all’ universalizzazione degli ammortizzatori sociali” 

Con il coordinatore della Camera del Lavoro Barletta, Franco Dambra, è stata poi affrontata la questione inerente l’assurdo immobilismo sul futuro della casa Regina Margherita”. 

“La nomina di un commissario è essenziale per le prospettive future dell’ente così da non consentire alle strutture private di prendere il sopravvento sulle pubbliche. Sono ormai  2300 i giorni di chiusura dell’Asp e più di venti i posti di lavoro persi” – ha chiosato il coordinatore – 

INTERVISTA INTEGRALE al coordinatore della Camera del Lavoro Franco Dambra

DIRETTA dell’incontro

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

Speciale COVID-19

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

Leggi anche

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui