- Pubblicità -spot_img
mercoledì, 24 Luglio 2024
HomeSpeciale ElezioniAndria - Pronte e definite le liste del centrodestra. Scamarcio: «Orgoglioso di...

Andria – Pronte e definite le liste del centrodestra. Scamarcio: «Orgoglioso di aver riunito la coalizione»

Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia, Scamarcio Sindaco (con la confluenza di Catuma 2020) e Andria Più le sigle che hanno condiviso l’appello del candidato sindaco del centrodestra

“L’inizio di una nuova era”: non è solamente il titolo di una nota canzone e nemmeno un semplice slogan elettorale. E’ il “manifesto” del candidato Sindaco del centrodestra di Andria: l’avv. Antonio Scamarcio.

Con la presentazione delle cinque liste che sostengono la sua candidatura allo scranno più alto di Palazzo San Francesco, entra a pieno regime la macchina che punta a vincere una competizione irta di asperità.
LegaFratelli d’ItaliaForza ItaliaScamarcio Sindaco (con la confluenza di Catuma 2020) e Andria Più le sigle che hanno condiviso l’appello all’unità della compagine lanciato da Scamarcio. «Sono davvero orgoglioso di essere stato inclusivo e non esclusivo – commenta il candidato Sindaco del centrodestra.
Volevo un centrodestra unito, compatto, coeso: fin dal primo momento ho avvertito che il mio desiderio era condiviso da tutte le componenti e perciò è stato abbastanza semplice, alla fine, ritrovarsi sui principi fondamentali che ispirano il nostro programma».

Secondo l’avv. Scamarcio, «il centrodestra, alla guida della città per la prima volta nella storia di Andria, ha fatto molto: basta una passeggiata per vedere quello che non c’era e oggi c’è. E’ chiaro che sono stati anche commessi degli errori, ma d’altra parte è anche una questione di probabilità: più fai, più aumenta il rischio di sbagliare qualche scelta; se stai seduto e non fai nulla, ti limiti a criticare e a puntare l’indice, il rischio di sbagliare si annulla».

“L’inizio di una nuova era”, dunque, rappresenta un’idea che contiene una visione: «Con i partiti e i movimenti della coalizione abbiamo condiviso innanzitutto il concetto di “squadra”. Contestualmente, ci siamo dati alcune priorità: la prima, naturalmente, riguarda il ripristino della piena agibilità finanziaria del Comune attraverso il potenziamento degli Uffici e un’adeguata attività di supporto alle figure dirigenziali per intercettare ogni forma di finanziamento Comunitario e Nazionale utile a progettare la città che lasceremo ai nostri figli.
Ripartiamo dal buono, che c’è ed è tanto: Andria non è una città “violentata”» – conclude il candidato Sindaco del centrodestra.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

ATTUALITA'

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Leggi anche

spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui